Vedendo questa libreria in una rivista di design ho notato l’affinità con la modellazione parametrica per forma e struttura. Ho deciso quindi di creare un modello totalmente parametrico utilizzando Grasshopper, il plugin di Rhinoceros, che permette di modellare attraverso scripting “visuale”.

La definizione di Grasshopper del modello nasce da una semplice curva di profilo a terra. Per mia scelta ho deciso di dare come input una curva disegnata in Rhino, altrimenti potremo decidere di dare come input i punti di controllo della curva stessa per rendere la nascita del modello ancora più controllabile in Grasshopper.

Il modello e la definizione in Grasshopper.

Modello-libreria-e-definizione

Definizione-GH-Libreria-con-Grasshopper

I passaggi principali (geometrie) nella costruzione della definizione:
[list type=”pointerlist3″]

  • Curva di profilo
  • Offset Curva
  • Base Libreria
  • Scaffali orizzontali
  • Struttura verticale
  • Profili trasversali
  • Pannello libreria
  • Base superiore
  • Basi intermedie

[/list]

Queste sono differenti generazioni del modello, grazie alle condizioni imposte alle geometrie della libreria.

Modello iniziale semplificato:

Libreria-in-Grasshopper-01

Variazione della curva di profilo:

Libreria-in-Grasshopper-02

Variazione altezza della libreria:

Libreria-in-Grasshopper-03

Variazione numero di piani della libreria:

Libreria-in-Grasshopper-04

Possiamo cambiare la sezione dei profili verticali, la loro dimensione, in pratica ogni geometria che compone la libreria può essere modificata.

Il punto di forza della modellazione generativo/parametrica e dei tools che la permettono sono la grande libertà di scelta e la velocità nella modifica del modello. Per esempio con questa definizione è possibile creare, come avete capito, un’infinità di soluzioni della libreria variando semplicemente alcuni parametri.